Investire in diamanti: caratteristiche, quotazione, pro e contro

Investire in diamantiLa crescita della crisi economica e finanziaria, ed anche quella relativa alla disoccupazione, sono oggi considerate un vero problema per un numero sempre maggiore di persone che, vista la situazione, si impelagano in metodi alternativi per monetizzare, cercando di ottenere un congruo guadagno dalle proprie azioni di investimento.

Tra i vari metodi che oggi possiamo considerare interessanti perché a rischio relativamente basso e sicuramente anche con dei vantaggi sostanziali, vi sono quelli che riguardano la possibilità di acquistare prodotti preziosi, come oro, argento, e pietre preziose, che consentono quindi di ottenere da questo investimento una sicurezza economica a lungo termine, e cioè un modo relativamente sicuro per conservare i propri soldi, che vengono così materializzati.

Vediamo, effettivamente, quali siano i rischi ed i vantaggi, le caratteristiche e le considerazioni importanti da sapere prima di effettuare un’azione del genere.

Acquisto diamanti da investimento: valore, quotazione, considerazioni preliminari

Acquisto diamanti da investimentoEsattamente come avviene per l’oro e per l’argento, anche queste pietre preziose oggi vengono viste come una sicura messa a frutto del denaro. Infatti, a differenza di quanto può avvenire con altre tipologie di azioni finanziarie, in questo caso si ha la possibilità reale ed effettiva di non vedere i propri soldi decadere, vedendo al contrario crescere il valore dell’investimento anche quando effettivamente tutto il resto sembra attraversare delle crisi importanti.

Si tratta, quindi, di un metodo molto sicuro per conservare il proprio denaro, che viene in questo modo materializzato e che può garantire delle risorse ancor più interessanti. Tuttavia, anche se il metodo è sicuro e garantito, questo non significa che non si debba prestare attenzione ad alcuni aspetti importanti, e la considerazione principale da fare è che se da un lato c’è veramente la possibilità di veder fruttare i propri soldi in un luogo sicuro e destinato alla crescita, dall’altro lato bisogna anche prestare attenzione ai rischi di truffe. È accaduto, per esempio, che alcuni istituti di credito siano stati accusati di aver truffato i propri clienti, gonfiando i prezzi e vincolando la messa a frutto del denaro senza rispettare le norme in materia.

Prima di ogni cosa, quindi, è anche molto importante conoscere il valore e le quotazioni delle pietre preziose, magari cercando, in modo preliminare, di informarsi bene sulla questione e soprattutto di farsi supportare da un team esperto e qualificato nel settore.

Un aspetto interessante da ricordare, a tal proposito, è che il valore di questa pietra preziosa non aumenta in modo lineare con il suo peso, perché  gli aspetti che determinano la sua importanza in termini di pregio (ed anche quindi in termini economici) sono diversi: quando si effettua il controllo di un diamante, infatti, si prendono in considerazione le cosiddette 4 “C” di classificazione, che nello specifico definiscono il peso (in termini di importanza) della pietra.

Esse sono:

1.      C come carati

È definito il carato come peso della pietra, la sua unità di misura che pesa 0,20 grammi. Ogni carato possiede 100 punti. Maggiore è il numero di carati dello stesso diamante, maggiore sarà la sua rarità, in maniera esponenziale: questo significa una pietra da 2 carati vale di più, in proporzione, rispetto a due pietre da un carato ciascuno.

2.      C come cut (taglio)

Si tratta di un elemento determinante, che incide in maniera profonda anche su aspetti come brillantezza e splendore. Se esso è tagliato in modo simmetrico, proporzionato, con grandi capacità di selezione delle sue parti migliori, acquista un valore veramente unico. Tra le varie tipologie di taglio più conosciute ricordiamo, ad esempio, la più classica e tradizionale (che è la forma rotonda, il classico brillante), il taglio principessa, il taglio a cuore e quello ovale.

3.      C come Clarity (Purezza)

Le classificazioni variano a seconda del numero di inclusioni (imperfezioni) e di quanto esse siano visibili o meno ad occhio nudo o con lente di ingrandimento, e va da sé che minore è il numero di inclusioni, maggiore sarà il valore della pietra. Si parte dal più puro in assoluto, con classificazione IF (Internally Flawless), arrivando fino al più scarso, definito con la sigla I1, I2, I3 (Imperfect) che presenta appunto delle inclusioni visibili anche ad occhio nudo. Il prezzo varia a seconda della sigla che il diamante presenta.

4.      C come Color (Colore)

A questo punto va fatta comunque una piccola precisazione. Poiché esistono altre tipologie di diamanti (ad esempio, quello rosso) quando si parla di colore si fa comunque riferimento alla gamma incolore della pietra, il cui miglior colore è il bianco eccezionale, con la sigla D. Si scende, poi, dal bianco extra, bianco, bianco, bianco leggermente colorito, bianco colorito o colorito, a seconda della percettibilità dei colori che si trovano al di sotto.

Investire in diamanti conviene? caratteristiche, rischi e vantaggi

Investire in diamanti convieneFatte queste doverose premesse, viene da chiedersi effettivamente quale sia la convenienza di questo tipo di messa a punto del proprio denaro. Conviene acquistare queste pietre preziose? Ci sono degli elementi che potrebbero farci rischiare, e quindi tentennare sulla nostra scelta? E quali sono i vantaggi?

Quest’ultima parte è veramente fondamentale, e merita di essere approfondita.

1 – Spazio (rispetto ai lingotti d’oro)

Si tratta di prodotti molto piccoli rispetto ai lingotti, che seppur di dimensioni veramente quasi impercettibili, contengono un valore sorprendente: pensiamo al fatto che, in una sola tasca, possiamo avere un valore di un milione di dollari! Questo aspetto fa di questa pietra preziosa un mezzo interessante di trasferimento di valore.

2. Un diamante “è per sempre”

Ricordiamo le note pubblicità in cui si parla spesso di questa pietra preziosa che viene sapientemente incastonata in un anello e viene considerata come simbolo di amore eterno. Non è un caso, se pensiamo al fatto che esso è davvero un bene dal valore inestimabile anche solo per il fatto che è durevole nel tempo, in quanto non si rompe, non si rovina, e non è soggetto ad usura.

3. Rappresenta un valore senza rischi

Infatti, questa pietra preziosa è a prova di inflazione, anche quando, nel tempo, vi possono essere tempeste più o meno gravi che l’economia deve affrontare.

Va da sé che la convenienza effettiva sta nel fatto che si tratta di materie prime fisiche, trasportabili, che possono essere nel frattempo indossate, montate e smontate per la loro successiva rivendita, e che non subiscono l’effetto del tempo o delle tempeste finanziarie: in poche parole, si tratta di pietre preziose molto flessibili, che non conoscono problemi di tempo e spazio.

A conti fatti, quindi, acquistare queste pietre per essere  certi di avere da parte un bene fisico di un certo valore conviene, ma bisogna farlo con oculatezza, buon senso, e soprattutto con la consapevolezza del loro effettivo valore. Ecco perché, prima di effettuare un acquisto del genere, è veramente fondamentale conoscere le basi (come abbiamo detto, per esempio, sapere quali sono le 4 C, e cos’è che determina l’effettivo valore della pietra).

Investire in diamanti: pro e contro

Pro e controNon ci sono, sinceramente, grandi svantaggi in questo genere di messa a frutto dei propri risparmi. L’unico rischio a cui si va incontro veramente è quello di perdere la pietra preziosa, oppure di esserne derubati: anche a questo rischio, però, si può ovviare assicurando il diamante, sebbene questo comporti una piccola spesa di cui tenere conto.

Insomma, questo tipo di azione che permette di mettere a frutto i propri risparmi si può rivelare molto interessante nel tempo, ed è un aspetto che non dobbiamo assolutamente sottovalutare se stiamo pensando di investire i nostri soldi in qualcosa di solido ed alternativo (ma sicuro).

Scopri di più anche su altri metodi per mettere a frutto il tuo denaro, come le startup e gli immobili.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin